Lo Stari Most (“ponte vecchio”), il simbolo della città di Mostar in Bosnia-Erzegovina, è probabilmente il ponte più famoso di tutti i Balcani. Edificato nel 1566 dai turchi sul fiume Neretva per unire le due parti della città, è formato da un arco unico dalla caratteristica forma a schiena d’asino che si snoda tra due possenti torri medievali denominate mostari (“le custodi del ponte”). Venne distrutto dalle forze serbe e croate nel novembre del 1993, 427 anni dopo la sua costruzione, a guerra quasi finita e senza che vi fossero motivi militari, tattici o strategici, ma solo per colpire l’identità stessa di Mostar. Successivamente, prima della ricostruzione, venne sostituito da una passerella traballante su cui era stato fissato anche un rudimentale trampolino, affinché si potesse preservare la tradizione dei tuffi dal ponte, che dura ormai da secoli.

Stari Most, Mostar

Write A Comment